Risciacquo acido per capelli ricci fai da te

I capelli ricci: molto spesso chi ce li ha non li vorrebbe (mentre chi li ha lisci come spaghetti, li arriccia!). Fortuna o meno, sta di fatto che sono molto popolari in merito alla difficoltà di gestione, soprattutto quando i ricci sono molto fitti. Tra tutti i trattamenti, ce n’è uno che negli ultimi tempi sta spopolando – soprattutto per la facilità di impiego – stiamo parlando del risciacquo acido. Con la promessa di ridare una nuova vita alle ciocche, abbiamo fatto una ricerca sull’argomento e parlato con i nostri esperti per vederci meglio. È davvero così efficace? Quali sono i migliori metodi a casa? E I prodotti da comprare? A questo e altro puoi trovare risposta leggendo il nostro articolo fino alla fine: in pochissimo tempo saprai tutto quello che c’è da sapere!

Perché i capelli ricci sono più difficili da gestire?

Differenze strutturali

I follicoli dei capelli ricci sono di forma ovale e danno origine a ciocche di capelli che crescono secondo uno schema a spirale. Questa struttura può rendere i capelli più inclini ad aggrovigliarsi e rompersi. Inoltre, la cuticola, lo strato protettivo più esterno del fusto del capello, è spesso sollevato e rende i capelli crespi.

Difficoltà di idratazione

Gli oli naturali prodotti dal cuoio capelluto possono avere difficoltà a spostarsi lungo il fusto del capello riccio a causa della sua forma a spirale. Ciò provoca punte più secche e mancanza di definizione dei ricci, soprattutto in ambienti umidi. Gestire e controllare l’effetto crespo, per chi ha i capelli ricci, può essere un vero e proprio lavoro!

Tendenza ai nodi

Le ciocche si intrecciano tra loro creando grovigli, e questo comporta difficoltà nell’acconciatura perché i ricci variano anche in dimensioni e forma. Inoltre, per evitare di creare rotture bisognerebbe cercare di districarli con gentilezza, con  pettini a denti larghi o usando le dita.

I trattamenti più efficaci per i capelli ricci

A casa

Idratare in profondità 

Abituati ad utilizzare una maschera per capelli di qualità almeno una volta alla settimana.

Balsamo senza risciacquo

Applicare un balsamo senza risciacquo sui capelli umidi aiuta a districarli, fornendo ulteriore idratazione. Questo prodotto crea una barriera protettiva contro i fattori ambientali che possono contribuire all’effetto crespo.

Trattamenti a base di olio

Puoi provare ad usare oli naturali, come quello di cocco, di argan o di jojoba, per cercare di apportare ulteriore idratazione. Assicurati di applicare l’olio sulle punte dei capelli, evitando il cuoio capelluto.

Usa un termoprotettore

Se utilizzi piastre o arricciacapelli elettrici, meglio prevenire ulteriori danni e secchezza delle ciocche con l’utilizzo di un termoprotettore. In alternativa, puoi anche comprare un buon siero per i capelli: tra le tante funzioni, protegge i capelli dal calore eccessivo.

Dal parrucchiere

Trattamenti

Permanenti, relaxer e trattamenti alla cheratina sono forse i più popolari. I primi per definire io ricci, mentre gli altri due riducono l’effetto crespo e migliorano la pettinabilità dei capelli.

Idratazione

I trattamenti di idratazione profonda sono un vero e proprio elisir per le ciocche. Sono particolarmente utili per chi ha i capelli danneggiati o secchi e aiutano a migliorare la salute generale dei capelli.

Trattamenti per il cuoio capelluto

Anche il cuoio capelluto ha bisogno dei suoi momenti di bellezza. Generalmente si può richiedere uno scrub, detox e idratazione. È possibile rimediare a problemi quali forfora, secchezza o capelli grassi.

Olio a caldo

Alcuni saloni forniscono dei trattamenti con olio caldo per nutrire e idratare capelli e cuoio capelluto, migliorando i capelli eccessivamente danneggiati.

Trattamenti per le doppie punte

Per alcuni, il problema non è tanto alla radice quanto sulle punte. È possibile richiedere dei trattamenti che mirano a sigillare temporaneamente le doppie punte, donando un aspetto liscio come seta.

Il risciacquo acido: cos’è?

Si tratta di una tecnica che prevede l’utilizzo di una soluzione leggermente acida per risciacquare i capelli dopo lo shampoo. Lo scopo è bilanciare il pH dei capelli, chiudere le cuticole dei capelli – lo strato esterno – e cercare di apportare lucentezza e morbidezza.

Ingredienti essenziali

L’aceto di mele è l’ingrediente più usato a causa delle proprietà acide naturali. Un’altra opzione popolare, non solo per la sua azione acida ma per il profumo rinfrescante. Tuttavia, è essenziale diluire i succhi di agrumi con acqua per evitare potenziali effetti collaterali (capelli e cuoio capelluto troppo secchi).

Chi non dovrebbe farlo

Non p adatto ad individui con i capelli colorati, trattati chimicamente, con il cuoio capelluto estremamente sensibile e capelli estremamente secchi o danneggiati. Il miglior modo per sapere se è adatto a te è chiedere al tuo parrucchiere.

Come fare un risciacquo acido a casa

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua
  • 1-2 cucchiai di aceto di mele 

Istruzioni

  1. Diluisci l’aceto di mele con acqua (da 1 a 2 cucchiai di aceto di mele per tazza d’acqua). Meglio iniziare con una concentrazione bassa e aggiustarla secondo necessità.
  2. Mescola l’aceto di mele e l’acqua in una ciotola o una bottiglia di plastica.
  3. Procedi con shampoo e balsamo come al solito. 
  4. Inclina la testa all’indietro e versa lentamente la miscela diluita di aceto di mele sui capelli. Evita il contatto con gli occhi.
  5. Massaggia delicatamente il prodotto sul cuoio capelluto.
  6. Lascia in posa per un minuto e risciacquare accuratamente i capelli. Chi ha i capelli molto secchi, può procedere con una maschera o un balsamo. 

Chi non ama l’odore dell’aceto può aggiungere alla miscela qualche goccia di olio essenziale alla lavanda.

Conclusioni 

Secondo i nostri esperti, questo trattamento è particolarmente indicato se vivi in ​​una zona con acqua dura, se i tuoi capelli sono molto grassi – aiuta a bilanciare la produzione di sebo – e se usi regolarmente prodotti per lo styling che possono appesantire i capelli. Se vuoi provare il risciacquo acido a casa, ricordati di sperimentare il rapporto di diluizione tra acqua e aceto per trovare quello che va bene per il tuo tipo di capelli –  l’uso di soluzioni acide non diluite è molto aggressivo sui capelli. Moltissimi lo trovano benefico e lo applicano con regolarità periodica. Tuttavia, ogni persona ha delle caratteristiche uniche: se vuoi ricevere i massimi benefici, assicurati di rispettare i tuoi capelli e cuoio capelluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...