Come ridurre il sebo dei capelli in modo naturale?

Per alcuni, i capelli eccessivamente grassi sono un vero e proprio grattacapo. Al di là delle ragioni che possono dare vita a questo fastidioso fenomeno, è bene cercare un metodo che funzioni per tenere a bada la produzione di sebo del cuoio capelluto. Generalmente i prodotti più utilizzati sono varie tipologie di shampoo: chiarificanti, a base di tea tree oil (olio dell’albero del tè), oppure 

altri prodotti specifici, come maschere e oli appositamente formulati per chi ha i capelli grassi. Eppure, non tutti vogliono spendere un occhio della testa, o semplicemente, è una questione di ideologia contro i prodotti chimici. In altri casi, forse per questo stai leggendo questo articolo, è averle provate proprio tutte. Abbiamo chiesto ai nostri esperti le informazioni più importanti sull’argomento: come curare i capelli grassi in modo naturale? Leggi l’articolo fino alla fine per sapere tutto quello che c’è da sapere sull’argomento. 

Cosa causa un eccesso di sebo nel cuoio capelluto?

Il sebo è l’olio naturale prodotto dal cuoio capelluto, necessario per mantenere idratato il derma. Quando è prodotto in una quantità eccessiva, automaticamente i capelli risultano grassi. Ecco quali possono essere le cause più probabili.

Cambiamenti ormonali

I nostri ormoni regolano praticamente ogni funzione del nostro organismo. Durante momenti come la pubertà, le mestruazioni, la gravidanza e la menopausa, influenzano la produzione di sebo. Anche la sindrome dell’ovaio policistico può contribuire agli squilibri ormonali e all’aumento della produzione di sebo.

Genetica

Come in relazione ad altri problemi, la genetica potrebbe determinare un’eccessiva produzione di sebo. Per scoprire se è il tuo caso, basta osservare il cuoio capelluto dei tuoi parenti prossimi, e vedere se anche loro manifestano lo stesso fenomeno.

Stress

Uno stress eccessivo può comportare tanti problemi al nostro organismo, inclusa una produzione eccessiva di sebo che potenzialmente potrebbe determinare l’inizio di una dermatite seborroica. 

Regime alimentare errato

Sebbene questa causa possa non essere efficace per tutti gli individui, in alcuni è stato riscontrato che consumare una quantità eccessiva di zuccheri può portare ad una produzione eccessiva di sebo. 

Attenzione a certe malattie

Se noti dei fenomeni insoliti a livello del cuoio capelluto, come la presenza di funghi, assicurati di contattare un dermatologo. Potresti soffrire di psoriasi, dermatite seborroica o qualche tipologia di infezione.

 

5 metodi completamente naturali per eliminare il sebo in eccesso

1. Risciacqui a base di aceto di mele

L’aceto di mele aiuta a bilanciare il pH del cuoio capelluto e può ridurre l’eccesso di untuosità. Per evitare irritazioni o reazioni strane, inizia con una piccola quantità e vai incrementando man mano.

Come si usa: basta diluire l’aceto di mele nella stessa quantità d’acqua, e utilizzare la sostanza come prodotto finale dopo lo shampoo.

2. Trattamenti a base di olio dell’albero del tè

L’olio dell’albero del tè ha proprietà antibatteriche e antifungine naturali ed è considerato molto efficace nell’aiutare a controllare l’eccesso di sebo e ad affrontare problemi di forfora o funghi.

Come si usa: basta aggiungere qualche goccia di olio essenziale dell’albero del tè al tuo shampoo preferito, oppure puoi diluire l’olio essenziale in un olio vettore (come l’olio di jojoba o di cocco) e massaggiarlo delicatamente sul cuoio capelluto prima del risciacquo finale. L’odore è molto gradevole. 

3. Gel all’aloe vera

L’aloe vera ha proprietà lenitive e antinfiammatorie. Questo ingrediente largamente impiegato per tanti usi può aiutare a calmare l’infiammazione e regolare la produzione di sebo.

Come si usa: applicare un gel puro a base di aloe vera direttamente sul cuoio capelluto. Lascialo agire per 20-30 minuti, quindi risciacqua e finisci con il tuo shampoo.

4. Scrub al bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un ingrediente molto utile e ha tantissime applicazioni. Può anche aiutare a rimuovere il sebo in eccesso e le cellule morte della pelle.

Come si fa: Crea uno scrub esfoliante mescolando una piccola quantità di bicarbonato di sodio in acqua per dare vita ad un impasto. Massaggia delicatamente il prodotto sul cuoio capelluto, concentrandoti sulle zone oleose, quindi risciacqua abbondantemente. Puoi anche usare una spazzola massaggiatrice per il cuoio capelluto. Completa l’operazione con il tuo shampoo come come di consueto. 

5. Infuso di rosmarino

Il rosmarino è noto per le sue proprietà astringenti, che possono aiutare a controllare l’untuosità.

Come si fa: Dopo lo shampoo e il balsamo, prepara un infuso lasciando marinare del rosmarino essiccato in acqua calda. Una volta raffreddato, lascialo raffreddare e utilizzalo come risciacquo finale per i capelli.

Ulteriori consigli per chi ha i capelli grassi

  • Scegli lo shampoo giusto: utilizza uno shampoo delicato e privo di solfati per capelli grassi, in grado di controllare il sebo senza eliminarlo del tutto.
  • Lavaggio frequente: se hai i capelli grassi, lavali più frequentemente: punta per 2-3 volte a settimana.
  • Risciacquo in acqua fredda: a fine shampoo, risciacqua i capelli in acqua fredda: può aiutare a chiudere le cuticole dei capelli, riducendo l’untuosità.
  • Usa balsami leggeri: ricordati di applicarlo principalmente sulle punte: evita assolutamente il cuoio capelluto per evitare untuosità eccessiva.

Conclusioni 

I capelli grassi sono un problema che può colpire praticamente chiunque, anche se le cause più comuni sembrano essere la genetica, problemi di fluttuazione ormonale, una dieta errata, delle malattie sottostanti e stress eccessivo.

Oltre ad essere molto fastidioso per chi ne è colpito o colpita, esiste anche un altro dettaglio da prendere in considerazione quando si parla di questo problema: i capelli grassi o unti sono molto visibili e possono creare imbarazzo. Tuttavia, per fortuna in natura esistono diverse sostanze che possono aiutare molto nella lotta al sebo eccessivo. A partire dal tea tree oil, in grado di disinfettare letteralmente il cuoio capelluto, o il bicarbonato di sodio (ottimo per fare uno scrub), passando per l’infallibile aloe vera in gel e il rosmarino o l’aceto di mele. Le possibilità sono tante e la parte migliore di questi prodotti è che costano niente o davvero pochissimo, sono quindi accessibili per tutti. È però importante tenere sotto controllo i sintomi. Qualora dovessi notare una quantità esagerata di sebo, potresti avere una dermatite seborroica. In questi casi (o per risolvere qualsiasi dubbio), rivolgiti ad un dermatologo il prima possibile.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...