Oil pulling per capelli: cos’è e come si fa?

Hai i capelli spenti, senza vita? Oppure sono ricci e crespi, difficili da sistemare e farli sembrare a posto? Sappiamo bene cosa vuol dire, soprattutto se sei una persona che ha necessità di prepararsi in poco tempo. Magari, sei anche stanco o stanca di provare prodotti che non fanno altro che appesantire i capelli. Le piastre e altri strumenti a base di calore a volte peggiorano solo la situazione, perché con un utilizzo prolungato bruciano le lunghezze e le punte dei capelli. Oggi siamo qui per rivelarti una tecnica antichissima, in grado di prendersi cura dei capelli spendendo praticamente niente, e con dei risultati evidenti sin dalla prima applicazione. Stiamo parlando dell’oil pulling per capelli: se non hai idea di cosa sia, sei nel posto giusto. Assicurati di leggere questo articolo fino alla fine perché abbiamo messo assieme tutte le informazioni necessarie per sapere tutto quello che c’è da sapere sull’argomento!

Oil pulling per capelli: le origini

Se diciamo oil pulling, la prima cosa che viene in mente sono in realtà i denti. La tecnica nasce come una pratica di igiene dentale nella tradizione ayurvedica – si pensa che potrebbe risalire a 3.000 anni fa. Per circa 15-20, essa prevede degli sciacqui con degli oli dentro la bocca, allo scopo di rimuovere batteri, tossine e placca da denti e gengive. Trasportata nell’ambito dei capelli, è ben dimostrato che può dare degli effetti positivi sotto tantissimi fronti: dall’aumento della luminosità a meno doppie punte, ciocche idratate e più facili da trattare. Vuoi saperne di più sui benefici dell’oil pulling? Continua a leggere anche il prossimo paragrafo. 

Quali sono i benefici dell’oil pulling per capelli?

Capelli molto più idratati

Si vedono ma si toccano, sopratutto chi ha i capelli particolarmente secchi.

Nutrimento profondo

I nutrienti presenti negli oli hanno la capacità di nutrire dall’interno le ciocche, migliorandone la salute generale. 

Meno doppie punte

Lo strato di olio sui capelli produce una sorta di protezione in grado di mantenere il fusto del capello intatto.

Più lucentezza

Forse il secondo beneficio più evidente: fai una foto ai tuoi capelli prima e dopo il trattamento, e vedrai la differenza!

Aiuta la crescita

Vuoi aiutare i tuoi capelli a crescere? Potrebbe non funzionare per tutti, ma alcuni sostengono di avere ricevuto dei benefici in questo senso. 

Infine: è forse il trattamento più economico che c’è

Anche comprare il vasetto di olio di cocco più raffinato potrebbe costare fino ad un massimo di 20 €, ma anche con più applicazioni settimanali, ha la potenzialità di durare per mesi. Paragonando questi costi a quelli di un trattamento fatto in salone di bellezza (che dovrebbe essere ripetuto per mantenere gli effetti), di certo è la soluzione che pesa meno sulle tasche. 

L’unica cosa da tenere in considerazione è che per alcuni, passare 2 o 3 ore con l’olio tra i capelli prima dell shampoo potrebbe non essere un’opzione fattibile per mancanza di tempo. 

I migliori oli da utilizzare per l’oil pulling

Olio di cocco

La scelta di gran lunga più popolare data la capacità dell’olio di penetrare fin dentro le cuticole dei capelli. Questo olio contiene acido laurico, un acido con proprietà antimicrobiche che può apportare benefici al cuoio capelluto.

Olio di argan

Il secondo olio per eccellenza quando si tratta di salute dei capelli, è ricco di vitamine, antiossidanti e acidi grassi. Ottimo per chi cerca una soluzione che non appesantisce i capelli, e in grado di lasciarli extra lucidi.

Olio evo

Ottimo per le proprietà emollienti, è ricco di antiossidanti e vitamina E.

Olio di jojoba

Ricorda il sebo naturale prodotto dal cuoio capelluto. È adatto a tutti i tipi di capelli ed è noto per i suoi effetti idratanti.

Olio di mandorle dolci

Dopo l’olio di cocco (o forse, a pari merito) quello che ha anche l’odore più gradevole. Sceglilo se hai i capelli fini e se vivi in un posto umido. È un olio molto leggero.

Come fare l’oil pulling per capelli step by step

Cosa ti serve

  • Tempo (almeno un paio d’ore, o tutta la notte)
  • Il tuo olio preferito
  • Shampoo e balsamo
  • Una cuffia per capelli 
  • Una pinza

Preparazione

Se hai i capelli lunghi, dividili in quattro sezioni (come se dovessi fare il colore a casa). Applica l’olio su ogni sezione, facendo attenzione ad evitare il cuoio capelluto. È consigliato soffermarsi soprattutto sulle lunghezze e le punte. Dopo aver distribuito con cura, fai uno chignon e stringilo con una pinza, avvolgi poi i capelli nella cuffia.

Tempo d’attesa

Almeno 2 o 3 ore danno i migliori risultati. Puoi anche provare a risciacquare i capelli dopo mezz’ora, ma più tempo passa p meglio è. Se vuoi, puoi dormici su e in questo caso, godrai del massimo dei benefici!

Come fare lo shampoo dopo un hair pulling

1. Comincia dal balsamo

Risciacqua i capelli un attimo, e comincia con l’applicare il balsamo in modo abbondante. Assicurati di non fare economia: questo prodotto (a differenza dello shampoo) è in grado di “attaccarsi” all’olio e tirarlo via. 

2. Continua con lo shampoo come di consueto

Subito dopo aver risciacquato, per chi ha i capelli eccessivamente secchi consigliamo un altro giro di balsamo o una maschera protettiva.

3. Asciuga i capelli evitando il calore eccessivo

Se la stagione lo permette, asciugali al sole. 

Conclusioni 

Hai presente quelle donne indiane, con i capelli nerissimi e lunghissimi, e una lucentezza tutta da invidiare? Probabilmente, le loro madri e nonne, hanno insegnato loro la tecnica antichissima dell’oil pulling. Nata come pratica di igiene dentale, si è diffusa poi sui capelli ed è diventata nota a noi occidentali da circa trent’anni fa. Chi vuole infatti dei capelli lucenti e morbidi al tatto, nutriti, e non ha la possibilità o vuole impegnarsi con un salone di bellezza, dovrebbe considerare questo metodo. I benefici sono tantissimi, e se dobbiamo pensare a degli effetti negativi, l’unica cosa che  ci viene in mente è il tempo. È necessario lasciare agire il prodotto sui capelli per un paio d’ore, per fare in modo che agisca. Altra cosa: segui bene le nostre istruzioni su come lavare i capelli! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...