Cos’è la fototerapia per capelli?

Se sei alla ricerca di un nuovo metodo per cercare di arrestare la tua caduta di capelli, hai già considerato la fototerapia? Si tratta di una tecnica che può dare dei buoni risultati in moltissimi casi di caduta di capelli, soprattutto se combinata con delle altre tecniche di tipo non-invasivo. Qualora volesse essere la tua prossima opzione, dovrai però informati su come si fa, dove farla, quali precauzioni prendere. Soprattutto, è adeguata per la tua tipologia di capelli? E quali sono i possibili effetti collaterali? Se desideri ricevere risposta a qualsiasi dubbio in merito alla fototerapia per capelli, non guardare oltre. Questo articolo ti rivelerà tutto quello che è necessario sapere sull’argomento: assicurati di leggerlo fino alla fine e saprai tutto quello che c’è da sapere!

Cos’è la fototerapia per capelli?

Si tratta di una terapia laser di basso livello, conosciuta anche come terapia LLLT o terapia con luce rossa. È un metodo di trattamento non invasivo, utilizzato per stimolare la crescita dei capelli e migliorare la salute generale del cuoio capelluto e dei follicoli piliferi. Per realizzarla, è necessario che il cuoio capelluto sia esposto a specifiche lunghezze d’onda per promuovere l’attività cellulare e la riparazione dei tessuti.

Benefici

Migliora la densità e lo spessore dei capelli

Chi si sottopone a sessioni regolari di fototerapia potrebbe ritrovarsi con una densità dei capelli aumentata, dei capelli con spessore e diametro migliori e, in generale, capelli dall’aspetto più sano. 

Riduce la caduta

Dato che riesce a prolungare la fase di crescita del ciclo dei capelli, in automatico  accorcia quella fase di riposo, portando ad una riduzione del fenomeno della caduta dei capelli.

Migliora la salute del cuoio capelluto

Gli effetti sono benefici anche in ambito antinfiammatorio: la terapia potrebbe aiutare a ridurre infiammazioni e irritazioni del cuoio capelluto causate da alopecia areata, psoriasi o dermatite seborroica.

Non invasiva e indolore 

È amata da molti perché si tratta di un metodo di trattamento non invasivo e indolore, che non richiede interventi chirurgici o farmaci. È sicuro per la maggior parte delle persone e può essere utilizzato in combinazione con altre terapie per combattere la caduta dei capelli.

Adatta a varie tipologie di perdita di capelli

La fototerapia è benefica per chi soffre di alopecia androgenetica, alopecia areata, perdita di capelli correlata allo stress, squilibri ormonali e diradamento legato all’età – per citarne alcuni.

Effetti collaterali

Una delle motivazioni di popolarità della fototerapia per capelli è il fatto che è ben tollerata dalla maggior parte delle persone. Gli effetti collaterali segnalati sono minimi, generalmente prevedono casi di irritazione o arrossamento del cuoio capelluto.

Chi dovrebbe sottoporsi alla fototerapia per capelli?

A parte chi soffre di alopecia androgenetica ed areata, la fototerapia per capelli è raccomandata nei seguenti casi.

Perdita di capelli dopo il parto

Può essere utile per le donne che soffrono di perdita di capelli dopo il parto, una situazione abbastanza comune. La terapia stimola la ricrescita dei capelli e le fa diventare più spessi e più sani.

Perdita di capelli correlata allo stress

La perdita di capelli causata dallo stress (o da altri fattori emotivi) può beneficiare della fototerapia nei seguenti modi: 

  • migliora la circolazione sanguigna
  • riduce eventuali infiammazioni del cuoio capelluto
  • promuovere un cuoio capelluto più sano

Diradamento correlato all’età

Chi soffre di diradamento o caduta dei capelli legati all’invecchiamento, potrebbe optare per questo trattamento allo scopo di rivitalizzare i bulbi dei capelli che invecchiano.

Salute dei capelli in generale

Anche chi non soffre di una caduta di capelli significativa potrebbe comunque trarre beneficio dalla fototerapia come misura preventiva, o per mantenere la salute e la vitalità dei capelli e del cuoio capelluto.

Dove si fanno le sedute di fototerapia per capelli?

I dispositivi per fototerapia sono disponibili in varie formati, inclusi quelli che possono essere comprati e utilizzati nella comodità dei propri spazi domestici. Chi decide di sottoporsi a delle sessioni di trattamento, le troverà brevi, perfette per quei pazienti che non hanno molto tempo a disposizione.

Altri metodi non invasivi per combattere la caduta dei capelli

Trattamenti topici

I farmaci come il Minoxidil sono applicati direttamente sul cuoio capelluto per favorire la crescita dei capelli e prevenire ulteriori cadute.

Integratori 

Vitamine e minerali come la biotina, la vitamina D, il ferro e lo zinco, svolgono un ruolo cruciale nella salute dei capelli. L’assunzione di integratori può aiutare ad avere dei capelli più sani.

Massaggio del cuoio capelluto 

Massaggiare il cuoio capelluto aiuta a migliorare la circolazione sanguigna fino ai follicoli piliferi, favorendo la crescita dei capelli e riducendo la tensione del cuoio capelluto.

Terapia al plasma ricco di piastrine 

La terapia “PRP” prevede l’iniezione nel cuoio capelluto di una concentrazione di piastrine derivate dal sangue del paziente. Le piastrine contengono fattori di crescita che possono stimolare la crescita dei capelli e migliorarne la densità.

Gestione dello stress

Alcuni soggetti a rischio dovrebbero considerare tecniche di gestione dello stress cronico, una causa molto comune della caduta dei capelli. In questi casi è consigliato praticare meditazione, yoga, esercizi di respirazione profonda o impegnarsi in hobby e attività piacevoli.

Cura del cuoio capelluto

Il cuoio capelluto deve essere sempre in perfette condizioni. Caso contrario, sebbene di per sé non provochi una caduta di capelli, potrebbe favorirla per i soggetti a rischio.

Conclusioni 

La fototerapia è consigliata anche a chi non soffre di alopecia, poiché potrebbe aiutare a rafforzare i follicoli piliferi, migliorare la struttura e la lucentezza dei capelli e prevenire una caduta future. E la natura facile dell’applicazione del tratamento, di certo lo presenta come un’alternativa allettante, soprattutto perché può essere realizzato a casa. In generale, i benefici sono molti, anche perché può migliorare la circolazione sanguigna nel cuoio capelluto, fornendo più ossigeno e sostanze nutritive ai follicoli piliferi. Chi vuole ricevere dei benefici veri, è importante che si sottoponga ad un uso costante e a lungo termine, soprattutto se associato con altre tecniche. In ogni caso, indipendente dalla propria situazione, è essenziale che si consulti un medico prima di iniziare le sedute, almeno per assicurarsi che sia un’opzione adatta alle proprie esigenze e condizioni specifiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...