Decolorazione dei capelli fa male alla salute: ecco come

La decolorazione dei capelli è un processo che coinvolge prodotti in grado di rimuovere la melanina, che è il pigmento naturale. Quando i capelli sono chiari, è possibile aggiungere una tintura per capelli per cambiare temporaneamente il colore – ma prima di fare dei cambiamenti drastici, meglio pensarci due volte. In questo articolo ti sveleremo tutti i perché.

Cos’è la decolorazione dei capelli

donna sdraiata con capelli rossicci

La decolorazione è la riduzione del colore dei capelli attraverso un processo chimico che agisce sui pigmenti, si genera con prodotti chimici alcalini che fanno diventare più chiari i capelli e si basa su due elementi fondamentali:

  • Perossido di idrogeno in diverse concentrazioni.
  • Il prodotto decolorante.

Le sostanze perossido di idrogeno e prodotto decolorante rilasciano ossigeno attivo la cui azione agisce sui pigmenti melamminici, riducendone la concentrazione e provocando un effetto schiarente. Dopo un certo periodo di tempo, i capelli devono essere risciacquati per rimuovere i resti del prodotto e notare così che la schiaritura ha avuto effetto.

Trattandosi di un trattamento molto diffuso al giorno d’oggi, è necessario tenere conto che si tratta di un processo estremamente aggressivo per i capelli.

I capelli in queste condizioni diventano porosi e il loro carico di rottura diminuisce, rendendoli più fragili. Tutto ciò significa che i capelli, una volta effettuata la decolorazione, sono estremamente vulnerabili: questo deve essere tenuto in considerazione quando si effettua qualsiasi trattamento successivo.

Per questo motivo è importante non esagerare e si consiglia di decolorare ogni due o tre mesi. In questo modo i capelli colpiti dalla decolorazione hanno il tempo sufficiente per rafforzarsi.

Cura dei capelli dopo la decolorazione

due donne sdraiate sull'erba con i capelli biondi e castani

La cura dei capelli dopo la decolorazione deve essere costante e intensa per evitare che questo processo abrasivo deteriori la decolorazione. Una delle raccomandazioni principali è quella di mantenere sempre i capelli idratati con creme e prodotti ricchi di vitamina B5, utilizzandoli almeno due volte alla settimana. Questo aiuterà il processo di guarigione ad essere più veloce.

Si raccomanda inoltre di pettinarli con cura e di non esporli a temperature elevate. Ciò significa che quando si pettinano i capelli bisogna trattarli con delicatezza, perché se lo si fa in modo aggressivo si rischia di spezzarli. Inoltre, il calore li secca e li rende fragili.

Un altro modo per prendersi cura dei capelli decolorati è quello di tagliarli ogni due mesi, senza esagerare, bastano due centimetri. In questo modo si rivitalizzano le punte e si evita che i danni esterni si propaghino alla parte superiore dei capelli.

La cura dei capelli decolorati prevede il ripristino delle sostanze nutritive perse. È possibile farlo attraverso maschere per capelli colorati, come shampoo e balsamo, che utilizzano ingredienti naturali per dare ai capelli il nutrimento di cui hanno bisogno per riprendersi dai danni chimici e renderli di nuovo morbidi e lucenti.

Effetti della decolorazione dei capelli

donna catira sdraiata a faccia in giù

La tintura chimica per capelli può causare irritazioni alla pelle come arrossamento, piaghe, prurito e bruciore. Ciò è dovuto principalmente all’ammoniaca (agente alcalinizzante) e al perossido di idrogeno (agente ossidante), che sono le sostanze chimiche più dannose.

Gli effetti sono più gravi nel caso in cui queste sostanze chimiche tossiche vengono ingerite per errore. Oltre all’irritazione della bocca, della gola e dello stomaco, possono anche causare un forte vomito. Se la tintura entra negli occhi, può causare danni anche molto gravi. Ecco perché le istruzioni di qualsiasi tintura specificano che il prodotto non dovrebbe essere usato su sopracciglia e ciglia.

Malattie significative

Quando si usa correttamente la decolorazione o la tintura, non dovrebbero essere causa di malattie gravi come il cancro o danni al cervello. Poiché molte ricerche fatte su tinture per capelli e cancro sono contraddittorie e inconcludenti, le probabilità sono praticamente nulle.

Uno studio effettuato su donne cinesi ha scoperto che non c’era alcuna associazione significativa con il cancro al seno, allo stomaco, ai polmoni e al colon-retto con la loro colorazione artificiale. Prima degli anni ’80, alcune tinture per capelli contenevano sostanze chimiche che causavano il cancro negli animali. Per fortuna, adesso sono state sostituite. La ricerca condotta sugli effetti della tintura per capelli sul cancro è piuttosto incerta. 

Come prevenire i rischi della decolorazione dei capelli?

donna con lunghi capelli biondi decolorati

Esistono alcune tinture per capelli alternative come la tintura per capelli all’henné. L’henné è un’alternativa naturale e creata con ingredienti che provengono dalle piante. La tintura lascia i capelli più morbidi, più forti e intatti. Tuttavia, i colori sono generalmente limitati e durano anche meno tempo.

Quando schiarisci i capelli, la decolorazione rompe circa il 15-20% delle bande proteiche totali. Questo significa che i capelli si indeboliscono di molto e, in alcuni casi, sembrano diventare come paglia. Per ridurre la rottura, è consigliato l’uso di prodotti con bis-aminopropil diglicole dimaleato, un composto in grado di riparare i legami molecolari interdetti.

Tintura, decolorazione e caduta dei capelli

La domanda che la maggior parte della gente si pone è: la decolorazione o la tintura dei capelli causano la caduta dei capelli?

La tintura per capelli può danneggiare i capelli, ma nella maggior parte dei casi non provoca la caduta. Tuttavia, tingere i capelli provoca la perdita di proteine ​​dai capelli in piccole quantità, che possono far sembrare i capelli più sottili, soprattutto se schiarisci il colore dei capelli.

Possibili danni permanenti con la decolorazione dei capelli

Di tutti i metodi di colorazione, la decolorazione è il più dannoso: è consigliabile che venga eseguita sempre in modo professionale. La decolorazione solleva infatti la cuticola esterna dei capelli, consentendo all’agente sbiancante di penetrare completamente, entrando nel fusto del capello e reagendo con le molecole di pigmento stabili. In parole povere, scompone i componenti dei pigmenti originari dei capelli.

Un’altra azione abbastanza nociva è scomporre gli acidi grassi naturali sul fusto del capello, indebolendo le ciocche. Questo è un danno permanente e più a lungo si decolora, peggio diventa. Inoltre, la decolorazione ripetuta può aumentare in modo permanente le squame della cuticola e consentire una rapida e continua perdita di umidità. Il danno da decolorazione è cumulativo e permanente.

Quando si verificano perdite temporanee di capelli? 

  • Se la candeggina ha causato ustioni chimiche in grado di causare danni al cuoio capelluto e ai follicoli piliferi.
  • Se i capelli erano già in cattive condizioni prima della decolorazione: potrebbero anche causare la rottura dei capelli a livello del cuoio capelluto
  • Se la candeggina/l’agente colorante ha causato l’infiammazione e dolore del cuoio capelluto.

7 Passaggi per prevenire e gestire la caduta temporanea di capelli da decolorazione

donna con gli occhi chiusi che si è appena decolorata i capelli

Sono consigli importanti che preservano i capelli in fase di tintura o decolorazione e prevengono il rischio di caduta. 

1. Consulta un tricologo prima di decolorare o tingere i capelli per controllare le condizioni dei tuoi capelli. Il medico sarà anche in grado di fornire un trattamento pre-decolorante per condizionare il cuoio capelluto prima della decolorazione.

2. Utilizza un trattamento idratante profondo (anche una maschera) tre giorni prima e dopo la decolorazione. Successivamente, procedi settimanalmente. Questo aiuterà a “preparare e fortificare” i capelli con l’umidità, rendendoli più elastici e meno soggetti a rotture durante la procedura di decolorazione.

3. Fai sempre un patch test prima della procedura!

4. Si consiglia di far decolorare i capelli da un professionista perché il procedimento è inteso solo per l’uso “fuori dal cuoio capelluto” e non è destinato a venire a contatto con la pelle, (specialmente non con la pelle delicata del cuoio capelluto). Quindi meglio non correre rischi!

5. Durante il processo di decolorazione, avvisa il tuo parrucchiere se avverti una sensazione di bruciore perché potrebbe essere un segno di bruciatura del cuoio capelluto o una reazione allergica. In questo caso, il parrucchiere interromperà immediatamente la procedura. È consigliato consultare un tricologo nel caso in cui la sensazione di bruciore persista. 

6. Dopo la decolorazione, esamina il cuoio capelluto. Senti ruvidità o croste sulla pelle? Il tuo cuoio capelluto appare arrossato, irritato o bruciato? In tal caso, potresti aver subito ustioni chimiche da sostanze troppo aggressive o a cui eri sensibile. Consulta immediatamente un tricologo professionista per farti diagnosticare e curare la tua condizione prima che la situazione si intensifichi e diventi permanente.

7. Dopo la decolorazione, spesso si verifica una rottura dei capelli sul cuoio capelluto. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che i capelli non avevano le condizioni tali da garantire tale procedimento. In questo caso, è necessario contattare un tricologo e iniziare un trattamento ricostituente. Tuttavia, i capelli non saranno più gli stessi finché non ricrescono e vengono sostituiti da una nuova crescita. Meglio non correre rischi e cercare un aiuto professionale per cercare di ripristinare le condizioni ottimali di un cuoio capelluto sano.

Conclusioni

La decolorazione dei capelli è un processo chimico che è diventato molto di moda negli ultimi anni perché permette di cambiare il colore dei capelli in modo molto radicale, anche se si hanno capelli molto scuri. Tuttavia, sebbene abbia molti vantaggi dal punto di vista estetico, è un processo piuttosto aggressivo che può essere dannoso per la salute dei capelli.

Il rischio principale associato alla decolorazione dei capelli è che si tratta di un processo che indebolisce la cuticola del capello. In altre parole, riduce l’efficacia dello strato protettivo del capello. La conseguenza principale, che probabilmente noterete anche se la decolorazione è ben fatta, è che i capelli perderanno parte della loro idratazione.

Nel caso di decolorazioni più aggressive e successive o di un maggiore uso di prodotti chimici, i capelli possono diventare eccessivamente secchi. Se i prodotti vengono lasciati in posa più a lungo del dovuto, c’è persino il rischio che i capelli si brucino e subiscano danni significativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...