Cos’è il toner per capelli?

Con il passare del tempo e vari shampoo, i capelli che sono stati schiariti e/o colorati possono diventare opachi. Ciò significa che le sfumature cominceranno a diventare abbastanza strane. A questo problema, c’è un rimedio e si chiama toner. È un prodotto utilizzato per eliminare le sfumature indesiderate e aiutare a mantenere un colore vivo. Se l’argomento ti interessa, assicurati di leggere questo articolo fino alla fine: ti sveleremo tutto ciò che c’è da sapere sull’argomento. 

Cos’è un toner?

Un toner per capelli è un prodotto che aiuta a correggere o personalizzare il colore dei capelli. Viene utilizzato per aggiungere toni naturali o più visibili dopo un trattamento professionale. Mettendo in risalto la tonalità giusta, crea un look davvero ben fatto. Per funzioni, è necessario che i capelli siano stati schiariti o colorati. La sua applicazione più comune riguarda coloro che hanno i capelli biondi, ma può essere utile anche per capelli rossi e bruni. Nonostante lo stesso prodotto in un salone professionale sarà più pigmentato rispetto alla versione da usare a casa,  si tratta comunque di un prodotto eccellente per chi vuole mantenere il colore brillante tra una colorazione e l’altra.

Come funziona la decolorazione?

È la procedura più comune per schiarire i capelli fino alla tonalità che si desidera. A seconda del colore naturale dei capelli e del tipo di colorazioni chimiche che sono state fatte in precedenza, il livello di luminosità varia. Questo processo può risultare in un colore omogeneo, oppure molto pallido. Ad esempio, coloro che vogliono ottenere un colore biondo, è importante che riescano ad ad alzare la cuticola dei capelli fino a ottenere un sottopelo giallo molto pallido. Il toner aiuterà a neutralizzare il calore indesiderato che è stato esposto dalla decolorazione. Questo darà al colore una finitura personalizzata, unica e dall’aspetto professionale.

Quali risultati ci si può aspettare dall’impiego di un toner?

Non esiste un toner adatto a tutti. In effetti, è un modo per personalizzare i capelli. Il prodotto può essere utilizzato su tutti i capelli o soltanto in determinati punti per creare effetti diversi dall’interno della struttura, proprio per dare vita ad un risultato ancora più personalizzato. I toni più caldi includono sfumature di pesca o vaniglia. I più freddi sono argento e champagne. Si possono ottenere anche capelli pastello, con sfumature di rosa, lilla e oro. Infine, i toner possono essere utilizzati direttamente dopo la decolorazione o come ritocco per mantenere il colore vivo tra una colorazione e l’altra.

Quanti tipi di toner esistono?

1. Toner professionale

Il parrucchiere può personalizzare il colore di una cliente attraverso l’utilizzo di un toner. È facile perché può scegliere di rendenderlo più caldo o più freddo correggendo le sfumature indesiderate. È anche possibile aggiungere un tocco luminoso di colore, senza causare sfumature indesiderate. Inoltre, il parrucchiere avrà modo di assicurarsi di ottenere un risultato uniforme del colore dei capelli dalla radici fino alla punte.

2. Prodotti casalinghi

Il toner si può ritrovare in alcuni prodotti per la cura dei capelli come uno shampoo viola, che aiuta a mantenere il colore tra un trattamento professionale e l’altro. Come già accennato, in toner del salone è più pigmentato e i risultati dureranno più a lungo di un prodotto comprato presso il commercio a dettaglio.

Quanto dura l’azione di un toner professionale?

Questo dipende dalla frequenza con cui ci si lava i capelli. Meno frequentemente accade, più a lungo rimarrà il colore. Tuttavia, è possibile allungare l’azione dei pigmenti utilizzando una cura dei capelli professionale. A seconda delle caratteristiche individuali, può durare da 2 a 6 settimane. I capelli che sono stati colorati in precedenza a volte possono trattenere i toner per meno tempo, almeno quando paragonati ai capelli che sono stati colorati solo una volta.

Come far durare il toner per capelli più a lungo?

Ci sono molti fattori che possono influenzare il colore dei capelli, al punto da trasformare il biondo, il grigio, il balayage o le mèches in una tonalità sbiadita. Questi includono:

● Inquinamento atmosferico

● Acqua dura

● Esposizione al sole

● Cloro e altri prodotti chimici usati nelle piscine

● Il normale processo di sbiadimento della colorazione

Ecco i tre modi più efficaci per allungare la vita al vostro toner.

1. Utilizza prodotti professionali per capelli colorati

Per evitare che il toner sbiadisca tra un trattamento e l’altro, una gamma professionale per la cura dei capelli può aiutare a proteggere i capelli colorati. Assicurati di cercare anche il tipo di shampoo, maschera e balsamo che sono state formulate per adattarsi al tuo colore di capelli: aiuterà a proteggerli più a lungo.

2. Proteggi i capelli dal sole

Durante l’estate, fai attenzione agli effetti del sole sui capelli. Puoi proteggerli nei seguenti modi:

● Indossando un cappello

● Limitando il tempo trascorso alla luce diretta del sole

● Proteggendo i capelli con un solare

3. Proteggi i tuoi capelli durante lo styling a caldo

Oltre al sole, anche l’uso frequente di strumenti riscaldanti può contribuire allo sbiadimento del colore. Non dimenticare di usare un termoprotettore ogni volta che ti appresti a fare la tua acconciatura preferita. Sono prodotti formulati con miscele ricche di ingredienti preziosi che aiutano a nutrire e illuminare i capelli colorati.

Quali sono i lati negativi dell’utilizzo di un toner per capelli?

Non c’è un enorme fattore di rischio nell’usarlo: poiché il colorante contenuto nel toner è temporaneo, perde comunque tonalità a mano a mano che si lavano i capelli. Tuttavia, ad ogni appuntamento con il colore, è consigliabile portare al tuo stilista una foto del look finale che stai immaginando. E da lì, sarà chiaro capire come dare vita a quel look.

Posso usare il toner per capelli a casa?

Sì, ma i professionisti lo sconsigliano. A meno che non si sappia bene cosa si sta facendo, c’è il rischio di finire con i capelli arancioni (non voluti), soprattutto per quei tuner che contengono ammoniaca. Un’alternativa casalinga molto gettonata e più sicura è il colore semipermanente – basta seguire attentamente le istruzioni riportate. 

Conclusioni

Il toner è un prodotto che aiuta a raggiungere una tonalità di colore desiderata. Indispensabile nei saloni di bellezza, per chi vuole “far da sé”, meglio seguire i nostri consigli. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...