Botox sbagliato? Ecco cosa devi fare

Non vorremmo trovarci nei tuoi panni. Avere ricevuto un botox in modo improprio può avere diverse conseguenze (spesso praticamente immediate) quali mal di testa, paralisi totali o parziali ai muscoli del viso, nonché problemi alla vista. La prima cosa che uno può pensare in questi casi è ma chi me l’ha fatto fare. Ma ormai che il danno è stato compiuto, bisogna guardare avanti e cercare di capire cosa è possibile fare adesso. Mitigata la rabbia, a sangue freddo, è possibile fare qualcosa? Questa è la domanda che abbiamo posto ai nostri esperti; le risposte le abbiamo messe assieme ad altre informazioni determinanti sull’argomento. Se ti interessa, assicurati di leggere questo articolo fino alla fine. In pochissimo tempo saprai tutto quello che c’è da sapere!

Gli effetti del botox sul nostro corpo: ecco come agisce 

Il botox è una neurotossina usata per ridurre temporaneamente la comparsa di rughe e linee dell’invecchiamento. Agisce influenzando la comunicazione nervo-muscolo e gli effetti rimangono localizzati nell’area di iniezione. Le aree comunemente trattate sono la fronte, tra le sopracciglia (rughe glabellari) e intorno agli occhi (zampe di gallina). Rilassando i muscoli interessati, il botox può dare l’illusione temporanea di un aspetto più giovane.

Infine, il botox può essere impiegato anche per trattare varie malattie mediche, come l’emicrania cronica, la sudorazione eccessiva, spasmi muscolari e alcune patologie oculari.

Differenza tra filler e botox

Il botox paralizza temporaneamente i muscoli, bloccandone i segnali nervosi. Viene utilizzato per le rughe delle espressioni facciali, come le rughe delle sopracciglia e le zampe di gallina. Gli effetti del botox durano diversi mesi e richiedono trattamenti periodici ogni tre-sei mesi.

Al contrario, i filler dermici aggiungono volume alla pelle, riempiendo le rughe e le aree vuote. Affrontano le rughe statiche e migliorano i contorni del viso. Utilizzati in varie aree come labbra, guance e pieghe nasolabiali, hanno durate variabili, che vanno da mesi a oltre un anno. Potrebbero essere necessari trattamenti ripetuti per mantenere i risultati. 

Generalmente è consigliata la combinazione di botox e filler per coloro che vogliono raggiungere un ringiovanimento facciale completo.

Effetti collaterali del botox “andato a male”

Ecco alcuni dei sintomi più comuni.

Lividi e gonfiore

Sono effetti collaterali comuni ma generalmente temporanei. 

Debolezza o cedimento muscolare

Se il botox si diffonde oltre l’area interessata o viene iniettato in modo improprio, può portare a debolezza muscolare o abbassamento di tono dei muscoli vicini. Questo è un effetto collaterale temporaneo ma può essere doloroso.

Uso eccessivo di botox

L’uso eccessivo può portare a un aspetto innaturale: è importante seguire le linee guida sul dosaggio raccomandato e ogni quando effettuare i trattamenti.

Infezione nel sito di iniezione

Durante la procedura è necessario utilizzare tecniche sterili per ridurre al minimo questo rischio; in effetti, si tratta di un effetto collaterale abbastanza raro. 

Reazioni allergiche

Alcuni potrebbero essere allergici al botox e manifestare prurito, eruzioni cutanea o difficoltà di respirazione. In questo caso, è necessario rivolgersi immediatamente al medico.

Nausea e mal di testa

Sono i sintomi di un botox andato a male ma di tipo non grave.

Come comportarsi se si riceve un botox sbagliato?

Se pensi di ritrovarti in questa situazione, la tempestività è importante. Ecco cosa fare, passo passo. 

1. Contatta la clinica

Rivolgiti prima di tutto al professionista che ha somministrato il botox descrivendo eventuali sintomi insoliti e chiedendo spiegazioni e indicazioni su come comportarsi.

2. Richiedi assistenza medica

Se riscontri sintomi gravi, come difficoltà a respirare, a vedere a deglutire, consulta immediatamente un medico. Se necessario, vai al pronto soccorso più vicino.

3. Prendi nota dei sintomi

Documenta i tuoi sintomi, incluso quando sono iniziati e come sono progrediti. Scatta delle foto, se possibile: queste informazioni e testimonianze potrebbero essere utili ai medici per valutare la situazione.

4. Segui i consigli professionali

È possibile che vengano raccomandati trattamenti specifici, farmaci o ulteriori visite per migliorare la situazione.

5. Segnala l’incidente

Se sospetti di aver ricevuto il prodotto sbagliato o se pensi ci sia stato un errore nella somministrazione, segnala l’accaduto alle autorità competenti. Ciò potrebbe includere il contatto con l’Agenas o la ASL.

Prevenire è meglio che curare: ecco come

Errare è umano, ed è possibile che chi abbia ricevuto una cattiva somministrazione sia stato preso in contropiede da una vista. Ammesso che in questo settore dovrebbe essere quasi improbabile soffrire conseguenze per delle sviste, è anche vero che a volte le problematiche possono apparire per via di situazioni più imprevedibili, come una reazione allergica che non non si aspettava nessuno. Nonostante ciò, c’è sempre un modo molto sicuro che può evitare la maggior parte delle probabilità di ritrovarsi con un botox andare a male. Ha a che fare con lo scegliere la giusta clinica di medicina estetica. Diffida da chi non ha esperienza e qualifica (magari svolgendo una professione totalmente diversa) ma si pubblicizza come “quello o quella che fa le punturine”. Ricorda che in Italia esistono tante agenzie ed enti per quanto riguarda la medicina estetica, e se il medico estetico che scegli è un membro, si tratta di una garanzia in più. 

Conclusioni 

Quando il consiglio di un altro medico non è abbastanza e hai subito una truffa, bisognerebbe andare a scartabellare sulla legislazione o parlarne con un professionista legale. Certo che una situazione così estrema non riguarda tutti per fortuna – la maggior parte entrano ed escono dagli studi medici estetici soddisfatti. Qualora però la situazione dovesse essere ahimè diversa, ricordati di seguire le indicazioni che ti abbiamo specificato in questo articolo. Comincia con il contattare il medico che ti ha somministrato il botox per mostrare i tuoi sintomi e chiedere chiarimenti. Se necessario o se senti che c’è qualcosa che non va, rivolgiti ad un secondo o terzo medico per un ulteriore parere. Ricorda che è importante documentare eventuali sintomi attraverso delle fotografie, nonché prendere nota di come si evolve la situazione. Il modo migliore per evitare di incappare in questi incidenti è prendersi del tempo per fare la ricerca del migliore istituto di medicina estetica del territorio. Se vuoi saperne di più, continua a leggere le informazioni in questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...